LICEO STATALE NICCOLÒ MACHIAVELLI  FIRENZE

I dialoghi del Machiavelli

Dando concreta attuazione al Progetto Biblioteche Innovative, che prevede fra i suoi obiettivi la realizzazione di attività collegate alla Biblioteca e l’apertura al territorio con iniziative di carattere culturale, il Liceo Machiavelli presenta I dialoghi del Machiavelli, un ciclo di conversazioni fra docenti, studiosi e studenti che privilegia la modalità del dialogo per la costruzione del sapere. L’iniziativa prevede la collaborazione delle classi impegnate nei PCTO (Percorsi  per Competenze Trasversali e per l'Orientamento).

Gli studenti del Liceo possono richiedere alla Biblioteca un attestato che documenti la presenza agli incontri. Il Collegio dei docenti riconosce agli studenti che siano presenti agli incontri pomeridiani un credito scolastico, a patto che tale frequenza, documentata, sia pari o superiore a 12 ore (ovvero 6 incontri).

Dato che la scuola è un ente di per sé accreditato a erogare la formazione, il Collegio riconosce la partecipazione agli incontri pomeridiani quali attività valide ai fini della Formazione in servizio, ai sensi della Direttiva n. 170/2016. 

Gli incontri, quando non diversamente indicato, si svolgono nella Sala di Lettura Valentina Gallo, Palazzo Rinuccini.

 

CALENDARIO DEGLI APPUNTAMENTI A.S. 2021-2022

 

Leggere per vivere o vivere per leggere?

giovedì 18 novembre alle ore 18:00

L’evento si terrà presso la Libreria Libraccio, via de’ Cerretani 18 rosso (Firenze)

Coordinati dalle insegnanti Simona Alberti, Nadia Lacerenza e Cecilia De Meo, Bianca Fara, Margherita Ferri, Lorenzo Mugnaini, Gaja Pietraszewski, Xaviel Samboy Ochoa, Irene Torrigiani (5F INT), Verdiana Bugliani, Rosa Graetz, e Pietro Pacini (2B CL) animeranno le letture di alcuni libri, con l’introduzione di Leonardo Bucciardini. Nel corso dell’incontro ci saranno anche un’intervista a Roberta Perugini, responsabile della Libreria Libraccio, e la creazione in diretta di una Bibliografia cooperativa sul libro.

Con questo appuntamento la scuola partecipa all’iniziativa Io leggo perché, in occasione della quale sarà possibile, dal 20 al 28 novembre, regalare alla scuola dei libri selezionati dagli insegnanti del Liceo o liberamente scelti da coloro che li vorranno donare nelle librerie gemellate (Libraccio, Feltrinelli, Red, Todo Modo, Tatatà). Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito https://www.ioleggoperche.it/.

In particolar modo l’incontro Leggere per vivere o vivere per leggere? partecipa al contest nazionale di Io leggo perché che mette in palio premi in libri e buoni acquisto aggiuntivi per l’evento più originale e partecipato.

Per la prenotazione dei posti a sedere rivolgersi alla Libreria Libraccio: tel. 055287339

L’evento sarà visibile sulla piattaforma Teams.

Per rivedere l'iniziativa: https://web.microsoftstream.com/video/9b7fb67c-d73d-4150-b5b2-48df0c5061ca

 

Il Giorno della Memoria: qualche consiglio di lettura

venerdì 28 gennaio alle ore 18:00

A cura di Leonardo Bucciardini e Maria Beatrice Di Castri

L’evento verrà trasmesso dalla Libreria Libraccio, via de’ Cerretani 18 rosso (Firenze) e sarà visibile su Teams.

Per rivedere l'incontro: https://web.microsoftstream.com/video/cf1a7246-d73e-4b30-9680-a01df32dc480

 

Luciano Bianciardi, un alieno nell'Italia del "miracolo"

martedì 1°marzo alle ore 18:00

A cura di Elena Parrini Cantini, Stefano Biffoli, Leonardo Bucciardini, con le letture di Giada Boccalini e Anna Sollazzo (5G INT).

Nato nel 1922 a Grosseto, Luciano Bianciardi è stato uno scrittore, giornalista, traduttore e critico televisivo. Anarchico nelle emozioni ma cristallino nello stile, Bianciardi contribuì significativamente al rinnovamento culturale del dopoguerra, collaborando con varie case editrici, riviste e quotidiani. Opere come Il lavoro culturale (1957), La vita agra (1962), La battaglia soda (1964) sono caratterizzate dalla contestazione verso l'establishment e da un'attenta analisi dei costumi nell'Italia del boom economico, tanto che alla finzione narrativa si mescolano spesso riflessioni sociologiche; alla saggistica appartengono libri come I minatori della Maremma (1956), in collaborazione con Carlo Cassola, Da Quarto a Torino (1960) e gli scritti giornalistici, caratterizzati da un inconfondibile gusto per il paradosso.

L’evento si terrà presso la Libreria Libraccio, via de’ Cerretani 18 rosso (Firenze) e sarà visibile su piattaforma Teams.

Per rivedere l'incontro: https://web.microsoftstream.com/video/7c2f4bdf-cec3-4e12-89d4-283903438486

 

L’ultimo epico. Beppe Fenoglio, romanzi e racconti

Marino Biondi (Università di Firenze), a cura di Leonardo Bucciardini

mercoledì 13 aprile alle ore 17:00

Cento anni fa, il 1° marzo 1922, nasceva in Piemonte lo scrittore più importante della Resistenza, autore in vita di racconti come I ventitré giorni della città di Alba (1952), e di romanzi come La malora (1954) e Una questione privata (1963). Esce invece postumo, nel 1968, Il partigiano Johnny, al centro di una complessa gestazione e oggetto di varie ricostruzioni filologiche. Nate dalla lettura e dalla pratica della traduzione di classici come Coleridge e Milton, le pagine di Fenoglio mescolano dialetto e lingua inglese con dignità epica; eppure le fondamenta della sua poetica vanno ricercate anche nella letteratura greca, in Omero, nel poema eroico di Tasso. Fenoglio fu a lungo emarginato, perché lontano dalle ideologie e dalla retorica celebrativa della Liberazione: morendo a soli quarantun anni, volle però essere ricordato come “Scrittore e partigiano”.

L’evento si terrà esclusivamente in presenza presso il MAD, Murate Art District.

 

Dante 700

mercoledì 27 aprile alle ore 17.00

L’evento si terrà presso i locali del Conventino Caffè letterario, in via Giano della Bella 20 (Firenze).

Questo è il programma del pomeriggio che terminerà, per chi lo desidera, con un aperitivo presso la caffetteria del Conventino:

ore 17:00 Maria Beatrice Di Castri, docente del Liceo Machiavelli, e Lorenzo Bastida, studioso del Sommo poeta, dialogano sul tema Dall’umano al divino, con lettura e commento di passi della Divina commedia.

ore 17:45 Eleonora Brandigi, responsabile della Biblioteca Pietro Thouar, e Costanza Fenyes, presidente della Commissione cultura del Quartiere 1, presentano il volume Intuarsi. Dire l’amore ai tempi del Covid, un progetto della Biblioteca Pietro Thouar in collaborazione con le classi 5B e 4F del Liceo Machiavelli, coordinate da Simona Alberti e Fabrizio Gonnelli: riflessioni sul lessico d’amore contemporaneo che nascono come un gioco a distanza con Dante.

A conclusione del pomeriggio, gli studenti del Laboratorio teatrale classico del Liceo Machiavelli presentano Dante, poeta del mondo terreno: la vita di Dante attraverso la Divina commedia, reading a cura di Francesca Mecatti e Leonardo Bucciardini.

Conduce Leonardo Bucciardini

Foglio firme docenti: https://forms.office.com/r/9PyCkG9S5R

Foglio firme studenti: https://forms.office.com/r/pQgBcr4g0J