Home > Biblioteca

I Dialoghi del Machiavelli

Dando concreta attuazione al Progetto Biblioteche Innovative, che prevede fra i suoi obiettivi la realizzazione di attività collegate alla Biblioteca e l’apertura al territorio con iniziative di carattere culturale, il Liceo Machiavelli presenta i Dialoghi del Machiavelli, un ciclo di conversazioni fra docenti, studiosi e studenti che privilegia la modalità del dialogo per la costruzione del sapere. Anche nell'a.s. 2018-2019 l’iniziativa si svolge sotto il Patrocinio del Comune e della Città Metropolitana di Firenze e prevede la collaborazione delle classi  3L, 3M e 4G Internazionale e 4B Classico, impegnate nell'Alternanza Scuola Lavoro.


Calendario degli eventi

venerdì 19 ottobre, ore 14:30-16:30 - Inaugurazione del Ciclo «Letteratura e Storia»

Gino Tellini, Risorgimento senza eroi

Moderatrice: Francesca Mecatti

Risorgimento senza eroi è il titolo di un famoso saggio di Piero Gobetti, che guarda «contro luce» le figure e gli eventi dell’Unità d’Italia mostrando gli «insolubili problemi» e le «disperate speranze» di un’età presto mitizzata. Ma è Giovanni Verga che nella novella Libertà narra i drammatici fatti di Bronte: in essi le attese di giustizia sociale e di partecipazione politica sono deluse e tradite senza appello. Ed è infine con Giuseppe Giusti che, da sublime, il Risorgimento diviene oggetto di parodia.

 

mercoledì 21 novembre, ore 14:30-16:30 - In occasione dell’Open day

Leonardo Bucciardini, Cosa è stato il ’68

È quasi impossibile distinguere il Sessantotto dal 1968, perché una strana alchimia collega fatti di quell’anno che a prima vista sembrano lontani. Dunque: il Maggio francese e la contestazione giovanile, la protesta contro la guerra in Vietnam e la Primavera di Praga, la nascita del dissenso in Urss e gli assassini di Martin Luther King e di Robert Kennedy. E ancora: gli esordi della teologia della liberazione, il movimento indipendentista basco, il primo delitto del mostro di Firenze… A cinquant’anni da un periodo che ha segnato comunque una cesura storica: cosa è stato il ’68?

 

giovedì 6 dicembre, ore 14:30-16:30 - Inaugurazione del Ciclo «Scienze»

Nicola Messina, L’arte della comunicazione nelle piante

Moderatrice: Nadia Gloria Lacerenza

Dalle Americhe all’Africa, dalla regione Indo-malese all’Australia, l’autore ci accompagna in un viaggio alla “riscoperta” del Regno vegetale, dove l’apparente immobilità delle piante cela un complesso insieme di stratagemmi, astuzie e adattamenti necessari a far fronte alle necessità della sopravvivenza. Uno sguardo su un mondo da reinterpretare e leggere in chiave diversa, alla luce di antiche e nuove scoperte.

 

e inoltre a dicembre... in occasione dell’Open day

Antonio Manzini, Giallo italiano

Moderatore: Leonardo Bucciardini

Antonio Manzini è uno degli scrittori di gialli più in voga nel panorama editoriale italiano. Nato a Roma nel 1964, lavora prima nel cinema e nella tv come sceneggiatore, regista e attore, poi tra racconti e romanzi riesce a creare un personaggio nuovo ed originale, in grado di prendere il testimone del Montalbano di Andrea Camilleri. Il suo detective Rocco Schiavone è un personaggio cinico e sarcastico: odia e ama il suo lavoro, e grazie al talento e all'istinto, riesce a venire a capo di situazioni per altri incomprensibili. Il successo del commissario di carta è tale che la Rai decide di fare dei libri di Manzini una serie tv diretta da Michele Soavi, in cui Schiavone è interpretato da Marco Giallini.

 

Torna su